Come curare il MAL DI SCHIENA in modo naturale

Se il mal di schiena non è provocato da una patologia della colonna (fratture, infiammazioni del midollo spinale) o da organi interni (per esempio da un’infiammazione ai reni), la cosa migliore è rimanere attivi e svolgere le proprie attività quotidiane: con i dolori acuti, rimanere a letto per più giorni non funziona o addirittura peggiora la situazione.

maldischiena-cavadetirreni

Ciò, infatti, può comportare una perdita muscolare e di sostanza ossea, ci si abitua a mettersi a riposo e i dolori possono aggravarsi. Più si vive attivamente la vita quotidiana, meglio è per la nostra schiena: salire le scale invece che prendere l’ascensore, prendere la bicicletta invece dell’auto, andare a piedi a fare la spesa. Se i disturbi non scompaiono in pochi giorni, un trattamento di fisioterapia o di terapia manuale può essere d’aiuto: il terapeuta può sciogliere eventuali blocchi della colonna vertebrale e con essi difficoltà di movimento e tensioni muscolari. È importante che il trattamento venga eseguito da un terapeuta adeguatamente formato.

In questo percorso riabilitativo s’inseriscono i benefici dei massaggi, della ginnastica posturale e del pilates.

Risultati immagini per ginnastica posturale

Il massaggio è un trattamento tradizionale per il mal di schiena al quale è bene ricorrere, ma mai in fase acuta. Questa terapia si propone di alleviare il dolore, rilassare i muscoli e ottenere un senso di benessere. Questo  mira a ridurre la rigidità muscolare che potrebbe essere responsabile del dolore e rendere i muscoli più flessibili.

Ottimo anche lo stretching: attività fisica che ha come obiettivo principale quello di migliorare e incrementare la mobilità articolare, consentendo la massima ampiezza possibile del movimento, lavorando in modo diretto sull’estensibilità di muscoli, tendini e legamenti.

Comments are closed.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: